Ieri mattina ho messo su il mio primo vinile…si, vinile. Il 33 giri del Greatest Hits degli ABBA, seguito dal 33 giri di The Dark Side of The Moon dei Pink Floyd.
Dopo circa vent’anni a casa mia è tornato il giradischi (sebbene sottoforma di convertitore mp3, ma sempre di giradischi si tratta..). E per me che ho tutti i ricordi di Natale legati al vecchio giradischi e alle canzoni in inglese natalizie che i miei mi insegnavano a cantare mentre decoravamo insieme l’albero (vero) con le palline rosse luccicanti (di vetro), poter riascoltare quelle canzoni proprio in questo periodo ha un valore inestimabile.
Sarà che poi comunque la magia del Natale su di me ha sempre un certo effetto, anche se negli ultimi anni non ci sono stati Natali molto felici e spensierati come quelli di un tempo.
Sarà che questo Natale una notizia poco felice, per non dire per nulla, mi è stata sbattuta in faccia per caso e con una mancanza di tatto tale da farmi capire quanto sia imprevedibile la vita e quanto le malinconie e le tristezze che ho provato in questi ultimi giorni alla fine erano soltanto dettagli.
Sarà che poi l’albero finto e le palline di plastica passano in secondo piano e ti fermi a pensare ai genitori e a chi, per un motivo o per un altro, le vacanze non ha potuto, o non ha voluto, passarle con loro, e un po’ ti senti piccola piccola perché tu che ce le passi non lo vivi come un momento bello, ma come una costrizione, una galera da cui fuggire.
E forse basta non pensarci, forse basta viversi le cose per quello che sono, belle se belle e brutte se brutte e stop. Forse tutto questo incubo che sto vivendo, questa spada di Damocle il cui filo bastardo sembra ogni giorno più sottile, serve proprio a farmi tornare un po’ indietro ai momenti in cui il Natale lo amavo davvero e a farmi dimenticare per un po’ il perché non lo amo più come prima.
Non lo so a che serve tutto questo, non lo so come mai l’imprevedibilità della vita sembra che ti si riversi contro quasi sempre a Natale…so soltanto che anche se un giradischi non ti cambia la vita, ed è passato di moda e non lo usa più nessuno…a me riesce ancora a regalare un sorriso. E anche se è malinconico, va bene così.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...