My Blueberry Nights

Se c’e’ una cosa che mi piace di Wong Kar-Wai e’ il modo in cui si concentra sugli oggetti.
La capacita’ che ha di legare le immagini a degli oggetti per poi entrare nelle storie che le collegano alle persone. E ogni storia e’ diventa importante perche’ ripetuta all’infinito, le azioni sono esasperate attraverso la ripetizione.
Qui le chiavi, poi la torta di mirtilli (tra l’altro non si puo’ tradurre il titolo con "Un bacio romantico"…e i mirtilli???), poi l’alcolismo, i gettoni bianchi, le cartoline all’amico lontano.
Non posso fare a meno di notare ogni volta che vedo un film di Wong Kar-Wai la fragilita’ dell’essere umano. La facilita’ con cui cadiamo nella routine, nell’ossessione ripetuta di alcuni gesti, nella speranza di superare dei brutti momenti, o semplicemente di riuscire ad entrare in contatto con qualcuno.

Film forse un po’ troppo americanizzato per essere firmato Wong Kar-Wai…ma devo ammettere che per la Norah Jones che ho visto avrei chiamato anche io ogni ristorante di Memphis..senza fermarmi al primo errore probabilmente!

2 pensieri su “My Blueberry Nights

  1. Che film bellissimo.. e tristissimo.. ma che bella fine, e tutto il resto..
    E norah, e Jude.. e Natalie.. ohhhh, come mi hai depresso .__.

    Calzeastrisce

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...