Bioetica e politica

Stamattina il caso mi ha regalato una strana esperienza.
Ero ad una conferenza sul binomio bioetica e politica  e non sapevo che ci sarebbe stato un ospite speciale: Mina Welby.
Questa signora così semplice e delicata si è seduta dietro alla "tavola rotonda" tra genetisti e professori con una spontaneità tale da far  venire i brividi.
Ha raccontato la sua storia  con calma. In un silenzio di estrema dolcezza.
Di tutto quello che ha detto riporto soltanto due concetti perché sono davvero la sintesi, secondo me, di tutta la sua storia, di tutta la sua vita, e di tutta la situazione in cui versano politica e bioetica oggi.

A proposito del marito Piergiorgio Welby:
"Lui mi diceva: <<Mina, basta, abbiamo avuto tutto dalla vita>> e lo diceva uno che non aveva avuto tutto dalla vita."

A proposito delle cellule staminali:
"Prego i Parlamentari italiani di fare qualcosa anche per i cordoni ombelicali, dato che in Italia ne viene buttato il 95%".

Sei pagine di appunti prese a quel convegno prima che parlasse lei.
Dopo di che il mio Moleskine è vuoto. Resta soltanto il suo nome. Pensavo di scrivere qualcosa di quello che diceva perché mi restasse meglio in mente. Ma non ce n’è stato bisogno.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...