Dare e tor quel che non s’ha,
E’ una nuova abilità.
Chi da’ fama?
I giornalisti.
Chi diffama?
I giornalisti.
Chi s’infama?
I giornalisti.
Ma chi sfama
I giornalisti?
Gli oziosi, ignoranti, invidi, tristi.


– Vittorio Alfieri –

Dicono che alle elezioni amministrative non si debba votare per ideologia, ma perchè si conoscono i candidati e per questa ragione si dovrebbe sapere meglio chi manterrà le proprie promesse e chi no.
Forse. Forse non è sbagliato dire che gli interessi che ci sono in gioco nelle amministrative sono molti di più ed è normale che incidano sul risultato finale. Fatto sta che non sono d’accordo. Che l’idea di politica della Repubblica di Platone è sempre più lontana e che, perdonate la mia ingenuità, mai nella mia vita ho visto tanta corruzione e tanto commercio di "idee politiche"  quanto in questi ultimi giorni.
I soldi hanno un sapore molto dolce e un profumo molto invitante, talmente invitante da riuscire a smontare idee che hanno impiegato anni per formarsi.
Ed io che credo ancora che esiste l’impegno politico, la responsabilità civile di noi cittadini a fare in modo che il nostro voto rappresenti il più possibile le nostre idee, sono soltanto un’illusa che crede alle favole.
E sarà anche così, forse un giorno vi darò anche ragione, ma oggi sapere che il mio voto è stata una mia scelta, alzarmi la mattina orgogliosa dell’immagine che vedo allo specchio e realizzare che anche grazie al mio voto la mia città ha finalmente un Comune del mio colore politico dopo 13 anni…beh…è come la pubblicità della Mastercard…NON HA PREZZO!

"La canzone più bella del mondo":
Chissà Se In Cielo Passagno Gli Who

Luciano Ligabue

E buonanotte a tutti i sognatori
a quelli che la devono far fuori
a chi c’ha il mondo sempre più lontano
perché ha vissuto sempre contromano
a chi non butta via la notte coi pensieri
a quelli che una coppia è gia una folla
e dicono che il cielo sia una balla
a quelli che da soli ci stan stretti
e pensano che il cielo sia di tutti
a lui e lei che stanno insieme solo con la colla

e poi a quelli che non ritornano
certo lassù forse lassù
sono capaci di non dormire mai più

chissà se in cielo passano gli who
chissà se in cielo passano gli who
chissà che nome d’arte avrà il dj
se sceglie sempre e solo tutto lui
se prende le richieste che gli fai

a chi decide di ammazzare il tempo
e il tempo invece servirebbe vivo
a chi sta in giro perché non ha scelta
perché comunque il sonno non arriva
a quelli che ogni notte puoi giurarci son presenti
e buonanotte a chi la sa godere
a quelli che han bisogno di star male
a chi ha paura di restare fermo
e sogna un po’ più forte quando è sveglio
a quelli che non hanno mai saputo dove andare

poi a quelli che non salutano
certo lassù forse lassù
sono capaci di non dormire mai più

chissà se in cielo passano gli who
chissà se in cielo passano gli who
chissà che nome d’arte avrà il dj
se sceglie sempre e solo tutto lui
se prende le richieste che gli fai

La canzone del giorno
(e anche di un po’ di tempo fa)

E
– Luciano Ligabue –


e il cielo non smette
e sono in gran tiro
le tipe che entrano al Vox
oppure al Corallo
e più in là c’è Kingo
che è già nudo in nome del rock
e in una balera son già all’hully gully
l’orchestra da ballo
c’ha un’altra serata a Pavia
e ci sono anch’io
e c’è un’altra rissa
un rito, una messa
che puzza un bel pò di routine
o è solo un bisogno una specie di impegno
che prendi con non si sa chi
e una ha lasciato il suo peggio in bottega
si mette un ombretto che inquieta
ma è rosso allegria
e ci sono anch’io
qui la notte picchia bene
su chi molla e su chi tiene
qui la notte picchia forte
gatti svelti vite storte
e tutto è perfetto
e il mondo è in affitto
e il cielo non smetterà mai
e in faccia hai il riflesso
di un teleservizio
su missili, bombe e cowboy
e in faccia c’hai tutti
i pregi e i difetti
che sono in parte condanna
e un pò compagnia
e ci sono anch’io
qui la notte picchia bene
su chi molla e su chi tiene
qui la notte picchia forte
gatti svelti vite storte.

Malinconia…strana sensazione di malinconia. Non di cose, ma di persone. Persone che passano un po’ di tempo con te al tuo fianco e poi vanno via. Persone silenziose, che ti rispettano a tal punto che quando le hai perse ti mancano tanto e vorresti non ti avessero rispettato. Vorresti che avessero infranto le barriere che tu ponevi tra te e loro, perchè a volte poniamo barriere senza accorgercene e poi ce ne pentiamo.
Poi…quando ti manca un’irruzione in camera, un pesto fatto in casa, un toc toc sul muro, un caffè acquoso, sai che era importante. Tutto ti manca come in un’ondata improvvisa, che ti si schianta addosso e  ti attraversa lasciandoti i vestiti bagnati, l’odore del sale sulla pelle e mille gocce sparse sulla sabbia…che assorbe…velocemente, inesorabilmente, assorbe tutto quello che non assorbi tu.

Bignardi: "Secondo te guadagna di più un deputato, oppure un ragazzo che si prostituisce?"

Luxuria: "Bisogna vedere chi si prostituisce tra i due."

– Le invasioni barbariche 26/05/06 –