Tempo strano… stamattina un’ora in meno, o in più, dipende dai punti di vista…vorrei non sentire la rabbia che sento. Vorrei che le mie orecchie non ascoltassero le cattiverie delle persone. Frasi che punzecchiano, irritano, girano e rigirano il dito nella piaga.
Sì, sono incazzata. E credo di non esserlo mai stata tanto…Ieri notte ho sognato uno sciame di api che mi si riversava addosso pungendomi in ogni punto dell’epidermide. Quando ho aperto gli occhi sentivo lo stesso fastidio che mi provocano i nostri discorsi. All’inizio non capivo, ma adesso è chiaro: nulla come di un pizzico di ape rappresenta meglio il fastidio di quelle conversazioni. Precisione, decisione, cattiveria e forza. Le api che ti pungono sembra sempre che sappiano qual è il punto in cui ti farebbe più male, e una volta che lo trovano colpiscono con decisione, e non ti lasciano in pace, continuano, resistono per vedere fino a quando resisterai tu.
E’ odioso cercare di dialogare con chi ti ritiene e ti fa sentire ogni volta un completo fallimento. Non fai mai la cosa giusta, se ci riesci non è il momento giusto, se lo è non è fatta bene, se è fatta bene non puoi averla fatta tu, se l’hai fatta tu è stata soltanto fortuna. Precisione, decisione, cattiveria e forza, appunto. Ho bisogno di sfogare questa rabbia, incanalarla in qualcosa di positivo, di buono, ho bisogno di rifletterci su…

Mi ci vuole una sigaretta.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...