Erano anni che non la sentivo…quella sensazione sottile che come un pizzico ti prende di sorpresa quando meno te l’aspetti e all’improvviso scoppi a ridere da solo… si chiama Felicità. Ed erano anni che non la sentivo…suonando. L’ho vissuta, mi ha stravolto, mi ha preso in contropiede, e tra le mani avevo la chitarra di mia madre…è stato strano, avevo bisogno di produrre suoni, di creare musica; rompermi le dita su quelle corde è stato il regalo più grande che sono riuscita a farmi…due ore di tentativi, di male alle dita, due ore di totale simbiosi con lo strumento.. era come fare l’amore. Ti lasci prendere in modo così immediato e così stravolgente che il tempo, il luogo, la stanchezza, il dolore, gli altri non hanno senso. Quello che conta è che in quel momento stai esprimendo te stesso, e se quello che ne viene fuori è un accordo stonato… basta ricordarsi che è soltanto l’inizio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...