Perugia. Mi fermo un secondo in un internet point per registrare la strana sensazione che provo nel posare i piedi su secoli e secoli di storia. Percorrere ogni singolo scalino con spossatezza mescolata ad un istinto di felicità. Girare musei, spiare i cortili dei palazzi, annusare l’ossigeno che in ogni viaggio si trasforma in un odore differente. Distrutta dalla gioia e dalla fatica e tornare a casa di un’amica e del suo sorriso. La voglia di tranquillizzarla e di farle capire che le sono accanto. Di dirle che è normale sentirsi un pò persa e che ne vale la pena quando si cerca di raggiungere un sogno. Spiegarle che vivere lontano da casa con gioia può diventare  un modo per amare di più se stessi e il mondo…ma forse già lo sa.
Vivere in un luogo in cui tutto è così intatto,surreale, dove cose e case continuano a resistere…nonostante l’uomo si applichi da sempre molto più a distruggere che a costruire.

 

Un pensiero su “

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...